Home Cronaca Minaccia di far esplodere casa a Tre Cancelli, soccorso al Cim di...

Minaccia di far esplodere casa a Tre Cancelli, soccorso al Cim di Albano

La volante del Commissariato di Polizia di Anzio è intervenuta, nei giorni scorsi, in mattinata nel quartiere di Tre Cancelli a Nettuno su segnalazione dei cittadini

2669
La volante del commissariato di Anzio a Nettuno

La volante del Commissariato di Polizia di Anzio è intervenuta, nei giorni scorsi, in mattinata nel quartiere di Tre Cancelli a Nettuno su segnalazione dei cittadini che indicavano la presenza di un uomo che minacciava di far esplodere la propria abitazione. Ancor prima dell’arrivo della volante è sopraggiunto sul posto un agente del Commissariato fuori servizio, che abita in zona e che è accorso in pochissimi minuti allertato dai colleghi. Una volta sul posto la polizia è riuscita ad entrare nell’abitazione, che si trova nei pressi del bosco, in cui abita un uomo di 40 anni circa, di origine toscana e trasferito a Nettuno, in passato segnalato al Centro di igiene mentale del Comune di Firenze. L’uomo in effetti aveva in casa tre bombole del gas appena acquistate. Probabilmente il suo malumore era legato a problemi con la famiglia. Da un successivo controllo sul nominativo è emerso anche che il 40enne è stato segnalato più volte e in diverse questure, per essere stato trovato in possesso di piccole quantità di droga leggera. Per questo è scattata una perquisizione più approfondita dell’appartamento. Gli agenti hanno quindi trovato 100 grammi di hashish nascosta in casa che l’uomo ha detto di aver comprato per uso personale. Proprio per il fatto di essere un assuntore regolare, in passato le forze dell’ordine gli hanno anche ritirato la patente. Alla luce della situazione, in attuazione delle disposizioni di legge anche relativamente ai comprovati disturbi mentali, l’uomo è stato trasferito tramite ambulanza presso l’ospedale di Albano. L’abitazione è stata messa in sicurezza e affidata ad una parente del 40enne. L’uomo, dopo qualche ora è fuggito dall’ospedale ed è tornato a casa, sotto la vigilanza dei parenti e, al momento, la situazione è sotto controllo. All’esito delle ispezioni il 40enne è stato anche denunciato per il possesso dello stupefacente. (dr)