Home Cronaca Associazioni sgomberate da una scuola di Anzio illecitamente occupata

Associazioni sgomberate da una scuola di Anzio illecitamente occupata

Blitz della Polizia Locale di Anzio, guidata dal Comandante Sergio Ierace, in via Nettunense dove ha proceduto alla riacquisizione di una scuola illecitamente occupata.

714

Blitz della Polizia Locale di Anzio, guidata dal Comandante Sergio Ierace, in via Nettunense dove ha proceduto alla riacquisizione di una scuola illecitamente occupata.

La scuola di proprietà del comune di Anzio in passato era stata assegnata ad alcune associazioni ma nel 2015, a conclusione dei contratti, erano state tutte diffidate dall’ufficio Patrimonio al rilascio dell’immobile in questione. Nessuna di queste associazioni ha inizialmente inteso lasciare l’immobile in argomento, proseguendo così illecitamente l’occupazione. All’interno si erano quindi insediate anche associazioni che sotto tale veste alla fine erano divenute uffici personali senza che ad averne titolo fosse alcuno soggetti. Nel mese scorso la stretta finale della Polizia Locale che con diversi sopralluoghi ha individuato gli occupanti richiedendo nuovamente la riconsegna delle chiavi delle stanze occupate. Tre le associazioni che, sebbene sconcertate, hanno proceduto alla riconsegna delle chiavi. Due di esse però hanno fatto sapere al Comando di Vicolo dei Fabbri di non avere alcuna intenzione di lasciare l’immobile. Così oggi il blitz che ha portato alla riconsegna dell’immobile in esecuzione del Decreto dirigenziale di sgombero emesso il 15 dicembre scorso.
La Polizia Locale già nel mese di agosto stava svolgendo indagini su alcune associazioni che, stante alcune segnalazioni ricevute da parte di cittadini circa alcuni illeciti comportamenti avuti da appartenenti alle stesse, in particolare circa l’accusa mossa nei loro confronti, di aver utilizzato per atti propri dell’associazione, modulistica del Comando della Polizia Locale, non più in uso da oltre un anno. Proprio per tali fatti fu inviata nota al dipartimento della Regione Lazio competente. Anche in tal senso proseguono le indagini.

Tra le associazioni, due diverse di Guardie Ambientali di Anzio rimaste fino alla fine.