Home Cronaca Consiglio ad Anzio, Attoni: “Le nostre deleghe nelle mani del Sindaco”

Consiglio ad Anzio, Attoni: “Le nostre deleghe nelle mani del Sindaco”

Velia Fontana ha preso la parola in consiglio comunale ad Anzio perché attaccata insieme al consigliere Gatti per il passaggio all'opposizione

245

Velia Fontana ha preso la parola in consiglio comunale ad Anzio perché attaccata insieme al consigliere Gatti per il passaggio all’opposizione. “Ho portato la fascia con orgoglio – ha detto – come mi ha ricordato il Sindaco, ma non sto in maggioranza per questo ma perché ci credo. Noi siamo di centrodestra, siamo per un lavoro comune e spero che il sindaco ci aiuti a creare un progetto comune. E’ il momento adatto per arrivare uniti fino a maggio, per questo lavoro e spero che ci sia inizio di un dialogo anche se fino ad ora non mi sembra”. Quindi è stata la volta di Sebastiano Attoni, assessore all’Urbanistica, che smentisce le indiscrezioni emerse nelle intercettazioni dei giorni scorsi. “Non ho mai fatto intermediazioni di terreni – spiega – e il fatto di pubblicare informazioni non vere non è giusto né corretto perché si creano le condizioni per creare una situazione irrealistica. Sono sereno sul mio comportamento. ringrazio le forze dell’ordine per il lavoro svolto, ma non si può toccare la dignità delle persone. Un centrodestra unito – conclude – per me può passare anche per un’azzeramento della giunta. Ci siamo dimessi solo un mese fa. Non siamo attaccati alle poltrone e le responsabilità sono personali e non molleggiati. Siamo a disposizione del Sindaco e laddove ci fosse la necessità politica di una convergenza del centrodestra che passa per un passo indietro va benissimo, ma non perché si può pensare che ci siano collegamenti con le indagini in corso. Abbiamo operato con atti per il benessere di questa città. Abbiamo iniziato un percorso insieme e spero che lo finiremo nel migliore dei modi, non mi piace l’atteggiamento di quelli che scappano se pensano che la barca affondi. Ogni atto è nelle mani del sindaco”. Tocca quindi al consigliere Geracitano dire la sua. “non si può ignorare quanto è successo – spiega – ho sempre manifestato il disagio per l’assenza dei componenti della commissione ambiente i cui componenti non si sono mai presentati. Oggi molte questioni sono oggetto di indagine, ma ieri la responsabilità politica era di chi ha ignorato i doveri del so mandato. Tutti, cittadini e consiglio sono danneggiati da questa situazione, proprio per questo sono uscito dal gruppo di Forza Italia”. Dura Maria Teresa Lo Fazio: “E perché sei li e non dai le dimissioni pure tu?” scatenando la reazione del pubblico di oppositori presenti in aula.