Home Cronaca Topi nella scuola Visca a Nettuno, sopralluogo e verbali della Polizia locale

Topi nella scuola Visca a Nettuno, sopralluogo e verbali della Polizia locale

Il Comandante della Polizia locale di Nettuno Antonio Arancio questa mattina ha effettuato un sopralluogo nella scuola Visca di via Olmata,

481
La scuola di via Olmata
Il Comandante della Polizia locale di Nettuno Antonio Arancio

Il Comandante della Polizia locale di Nettuno Antonio Arancio questa mattina ha effettuato un sopralluogo nella scuola Visca di via Olmata, a seguito delle segnalazione di genitori e Dirigenza scolastica, relativa alla presenza di topi che circolano liberamente nell’edificio scolastico in cui studiano i bambini. Da tempo la scuola ha avviato tutte le richieste all’Amministrazione per portare a compimento una disinfestazione completa dell’edificio, l’ennesima, poiché a quanto pare il problema è legato alle condizioni in cui versa il cavone della stazione ferroviaria, ricettacolo di rifiuti e “abitazione” privilegiata dei ratti che da li sconfinano fino ad abitazioni e plesso scolastico. “La responsabilità delle Ferrovie è evidente – spiega il Comandante Arancio – i topi passano da li. Per questo abbiamo verbalizzato la situazione ed invieremo una richiesta formale di intervento di bonifica della zona che non può restare in queste condizioni. L’Amministrazione comunale aveva già posto in essere degli interventi per bloccare il passaggio dei topo – spiega ancora il Comandante – ma è necessario un intervento più incisivo che oggi valuteremo come portare avanti. Ho intenzione anche di valutare insieme al settore dei Lavori pubblici la possibilità di alzare il muretto di confine con la stazione, per cercare di limitare il problema in attesa della bonifica”. Un respiro di sollievo quindi, per i genitori e la Dirigenza scolastica, impegnata al massimo a garantire la sicurezza degli studenti nonostante la presenza dei topi e che in questi gironi troppo spesso hanno avuto spiacevoli avvistamenti di ratti nei bagni, in palestra e nel cortile della scuola. Tutto il confine con la stazione è già inondato di trappole, ore si dovrà procedere con altre misure che respingano l’attacco dei roditori che, nella zona del cavone, hanno trovato un’abitazione fin troppo sicura.