Home Cronaca Rapinati mentre facevano benzina a Castel romano, in manette 12 minori rom

Rapinati mentre facevano benzina a Castel romano, in manette 12 minori rom

Sono otto i rom, tutti minorenni, arrestati dalla Polizia di Stato che hanno compiuto furti e rapine alla stazione di servizio che si trova nei pressi del campo

835

Sono otto i rom, tutti minorenni, arrestati dalla Polizia di Stato che hanno compiuto furti e rapine alla stazione di servizio che si trova nei pressi del campo rom di Castel Romano. Un’area molto frequentata proprio per la presenza dell’outlet anche dai cittadini di Anzio e Nettuno.

Le vittime, ignari automobilisti, venivano assaliti dal branco durante la sosta per il rifornimento, i giovani, armati di mazze e bastoni mettevano in atto veri e propri agguati, per lo più a donne e anziani. Da veri vigliacchi colpivano chi ritenevano più debole.

All’interno della gang, vi era una precisa suddivisione dei compiti: la vedetta, il cassiere e il protettore della via di fuga che, in caso di reazione della vittima, provvedeva al pestaggio del malcapitato. Quando la banda criminale non riusciva a raggiungere i veicoli, che sfuggivano all’assalto, scatenava la loro furia con una sassaiola contro le macchine che transitavano sulla Pontina. Fatto denunciato più volte dai passanti e anche dai mezzi del Cotral, in alcuni casi rimasti danneggiati.

Gli investigatori del commissariato Spinaceto, dopo una breve indagine ed alcuni appostamenti, sono riusciti ad identificare e ad assicurare alla giustizia  tutti i componenti del sodalizio criminale anche grazie all’utilizzo delle immagini dell’impianto. I giovani rom, di età compresa tra i 12 e i 16 anni, sono stati arrestati.