Home Cronaca Il corpo di Francesco Palone riemerge a Rivazzurra si attende il medico...

Il corpo di Francesco Palone riemerge a Rivazzurra si attende il medico legale

Alla fine il miracolo non c'è stato e, ovviamente, la speranza si era spenta da ore, ma questo non toglie nulla alla commozione dell'intera cittadina di Anzio

59834
Francesco Palone

Alla fine il miracolo non c’è stato e, ovviamente, la speranza si era spenta da ore, ma questo non toglie nulla alla commozione dell’intera cittadina di Anzio e di tutte le persone coinvolte nelle ricerche del 18enne Francesco Palone, Artena, disperso in mare nella zona delle Grotte di Nerone ad Anzio. Una città rimasta con il fiato sospeso in attesa che il mare restituisse almeno il corpo del ragazzo che non sapeva nuotare e che ieri è rimasto intrappolato nelle correnti. Lo sforzo impagabile del personale che lo stava cercando senza remore, nonostante il maltempo, alla fine ha dato i suoi frutti. Il corpo è stato recuperato pochi minuti fa sulla spiaggia del Rivazzurra a pochi metri dove si era tuffato ieri alle 15,40 senza fare ritorno. Sul posto il personale della Capitaneria di Porto, guidata dal Comandante Alessandro Cingolani, che ieri ha avuto il compito di comunicare ai familiari la tragedia. Tutti sono in attesa dell’arrivo del Medico legale. Una volta visionato dal Medico il corpo del 18enne sarà trasferito a Roma, presso l’Istituto di Tor Vergata per l’esame autoptico e, in ogni caso, a disposizione della Procura per le indagini del caso. Solo una volta accertate con chiarezza le cause della morte il corpo del giovane sarà restituito alla famiglia per i funerali. E l’affetto dei cittadini di Anzio in questi giorni è stato rivolto proprio alla famiglia che ha perso un figlio appena maggiorenne venuto al mare per una gita con gli amici.