Home Cronaca Autista Cotral di Nettuno aggredito sul bus a Pomezia, si indaga

Autista Cotral di Nettuno aggredito sul bus a Pomezia, si indaga

E' di Nettuno l'autista del Cotral che questa mattina è stata aggredito con un pugno in testa da un passeggero, un uomo italiano tra i 50 e i 60 anni

2883

E’ di Nettuno l’autista del Cotral che questa mattina è stata aggredito con un pugno in testa da un passeggero, un uomo italiano tra i 50 e i 60 anni, che era sul mezzo che dal Capolinea del Cotral a Cretarossa arriva fino a Pomezia. L’uomo avrebbe colpito l’autista perché, dopo essersi dimenticato di prenotare la fermata, aveva chiesto all’uomo al volante del mezzo di fermarsi comunque. Una richiesta impossibile per l’autista che, come tutti sanno, non si può fermare al di fuori degli spazi previsti. L’uomo non ha gradito l’invito ad attendere la fermata seguente per scendere e, all’altezza della rotonda di Torvaianica, nonostante l’autista fosse alla guida del mezzo, incurante della situazione di pericolo che andava a creare, lo ha colpito con violenza. L’autista, sotto choc e ferito, si è subito fermato e approfittando del momento di stordimento l’aggressore, attualmente ricercato dalle forze dell’ordine, è sceso e si è dato alla fuga. L’episodio è stata denunciato ai Carabinieri che ora sono chiamati ad individuare il responsabile.

Non è la prima volta che autisti e controllori dei mezzi pubblici vengono aggrediti da vandali e incivili sul posto di lavoro, spesso da chi non ha voglia di pagare il biglietto, ma raramente protagonisti di simili episodi sono cittadini italiani di mezza età senza apparenti disagi. “Iniziamo a sentirci insicuri anche come viaggiatori – ha commentato una donna che spesso usa il bus Cotral per andare a Pomezia – conosco l’autista di Nettuno, è una persona tranquilla, invece non sempre sono tranquilli i viaggiatori e questa situazione sta diventando stressante per tutti. Dare un pugno in testa ad una persona alla guida di un autobus è da folli, poteva finire in tragedia”.