Home Cronaca Anzio – Via della Spadellata nel degrado, Fare Verde si rivolge alle...

Anzio – Via della Spadellata nel degrado, Fare Verde si rivolge alle autorità

399

L’associazione Ambientalista Fare Verde nucleo di Anzio-Nettuno, nella persona del suo Presidente, Luca Zomparelli, rende noto di aver presentato un esposto alle competenti autorità locali al fine di porre alle rispettive attenzioni lo stato di degrado in cui versa via della Spadellata ad Anzio.

“Siamo davvero indignati dalle condizioni in cui si trova via della Spadellata: si tratta di una zona agricola-industriale, con presenza di case sparse entro i 500 metri, oggetto dell’incivile operato dell’abbandono illecito di rifiuti. La situazione è insostenibile non solo da un punto di vista prettamente visivo, perché vi insistono rifiuti di ogni genere, anche ingombranti, quanto per i possibili impatti negativi che il tutto avrà sulle attività agricole limitrofe nonché per la pericolosità che tutto questo ha per la salute dell’uomo e la salvaguardia dell’ambiente.

Non posso pensare che vi siano focolai di quelle che altro non sono che discariche incontrollate di rifiuti perché, è bene sottolinearlo, il deposito in esame è ripetuto e non occasionale, non temporaneo ma definitivo: difficile, dunque, credere che non si tratti di discariche incontrollate e perciò altamente pericolose se lasciate immuni dalle dovute necessarie operazioni.

Pertanto, si è ritenuto opportuno segnalare quanto detto affinché le autorità competenti possano attivare le opere di messa in sicurezza dei luoghi con la bonifica, avviare gli accertamenti tesi a verificare se la discarica sia in violazione della normativa ambientale nonché ad imputare le dovute responsabilità.

Ci tengo a precisare, inoltre, che questo non è il primo passo che come Associazione di protezione ambientale portiamo avanti per contrastare l’abbandono clandestino dei rifiuti: il nostro nucleo, infatti, ha redatto il progetto per conto del Comune di Anzio affinché partecipasse alla gara indetta per l’installazione delle fototrappole, gara ancora in corso di aggiudicazione.

Sollecito, inoltre, a che le già acquistate fototrappole, volute dall’Assessore Ambiente e Sanità di Anzio, vengano installate in maniera fissa in quell’area ingiustamente colpita”.