Home Cronaca Botte tra genitori alla partita dei bambini, la condanna della Virtus Nettuno

Botte tra genitori alla partita dei bambini, la condanna della Virtus Nettuno

10227

Brutto episodio questa mattina presso il centro sportivo Mirko Ricci di Tre Cancelli a Nettuno. Durante una partita dei Pulcini 2006 due genitori che stavano assistendo alla partita sono venute alle mani. Nella colluttazione uno è finito addosso ad una incolpevole mamma che è scivolata battendo la testa e ferendosi all’arcata sopracciliare. Una scena deprecabile che non fa bene allo sport e soprattuto ai piccoli calciatori che di questi esempi dovrebbero farne a meno. Immediata anche la reazione di sdegno della Virtus Nettuno, società ospitante del match, che ha condannato quanto accaduto e con i dirigenti della società che nell’immediatezza dei fatti hanno cercato subito di placare gli animi. “Come dirigenza abbiamo sempre improntato la gestione della nostra società sulla base di valori quali rispetto ed educazione, a qualsiasi livello (dagli atleti ai dirigenti accompagnatori, dai tecnici alla dirigenza) condannando sempre ed indistintamente gesti stupidi ed insensati come quello accaduto stamattina.
Quanto accaduto, è uno schifo assoluto. Crediamo che tutte le società debbano dare un segnale per arginare tali atteggiamenti, ed una soluzione congrua sarebbe sospendere le partite o farle giocare a porte chiuse, in maniera tale che i bambini possano continuare a divertirsi, mentre chi non è in grado di capire cose così basilari se ne può stare “tranquillamente” lontano dai campi di gioco, senza che a rimetterci siano gli unici incolpevoli: gli atleti! Sarebbe stato opportuno, a parer nostro, da parte della stampa, evidenziare che anche in questo caso la nostra dirigenza si è comportata con lo stile che ci contraddistingue, andando cioè immediatamente a sedare gli animi, senza far distinzione di colori o bandiere. Dispiace per le signore e tutte le persone che hanno riportato traumi più o meno gravi nell’occasione e ci auguriamo che non ci siano problemi seri per loro. Ribadiamo il nostro sdegno più assoluto e totale, non solo per l’entità dell’accaduto, ma proprio perché riteniamo vergognoso, stupido, insulso ed inqualificabile il solo fatto che ciò sia successo”.