Home Cronaca Nettuno – Novello d’eccezione alla Cantina Divina Provvidenza

Nettuno – Novello d’eccezione alla Cantina Divina Provvidenza

940
La cantina Divina provvidenza
Adelaide Cosmi durante la visita nella Cantina
Adelaide Cosmi durante la visita nella Cantina

E’ stata un successo la presentazione del vino novello organizzata nella giornata di oggi presso la Cantina Divina Provvidenza di Nettuno (la manifestazione che prevede spuntini, la degustazione del novello e il giro della tenuta è ancora in corso). A fare gli onori di casa Adelaide e Piera Cosmi. In tantissimi si sono affacciati per assaggiare il novello e per vedere come è stato prodotto in questo 2015 la cui estate torrida ha regalato all’uva una qualità straordinaria.

L'enologo Marco Delli Zotti
L’enologo Marco Delli Zotti

“E’ stata un’annata da vino imperiale – spiega Adelaide Cosmi durante il giro di presentazione dell’azienda – il sole ha fatto davvero un gran bene all’uva basti pensare che il novello è oltre i 12 gradi”. Quindi è stata illustrata la raccolta delle uve, per la gran parte automatizzata (anche se – spiega Adelaide – quest’anno c’è chi è andato a chiedere se servivano lavoranti per la raccolta manuale) e il procedimento di realizzazione del vino, tutto automatizzato. A spiegare le qualità notevoli della produzione 2015 (novello e non solo) l’enologo dell’azienda Marco Delli Zotti.

IMG_2623“Questa è una bella annata davvero – ci spiega – per il novello e non solo. Il novello è fruttato e dal tannino morbido, piacevolissimo. Lo scorso anno, grazie alle continue piogge, abbiamo avviato il raccolto con le uve non del tutto mature, per evitare che il maltempo rovinasse tutto. Quest’anno la situazione è decisamente diversa. Questo – aggiunge – è un anno buono per fare scorta. Abbiamo ottenuto prodotti di alta qualità e gradazione notevole. Più leggeri solo il trebbiano e le malvasie. Ottimo anche il cacchione. Il prossimo 6 novembre – conclude – tra l’altro, presenteremo sia il cacchione che il merlot senza solfiti. Una produzione “bio” che più di qualche cliente ci ha chiesto e che, dopo la sperimentazione dello scorso anno, abbiamo finalmente realizzato”.