Home Cronaca Anzio – Nella lotta ai rifiuti nasce Clean

Anzio – Nella lotta ai rifiuti nasce Clean

607

Arriva dal Comitato di Lavinio una proposta per tentare di contribuire alla soluzione del problema  rifiuti ad Anzio.  Questa proposta consiste nella creazione di un piccolo organismo di coordinamento, denominato C.L.E.AN. (Coordinamento Locale Ecologico di Anzio) il gruppo procederà in attuazione di un programma di lavoro e di obiettivi da raggiungere e costituirà il punto di riferimento dei cittadini di Anzio per far conoscere proposte di miglioramento del servizio e per segnalare disfunzioni. Ogni segnalazione documentata verrà portata all’attenzione nelle riunioni di coordinamento che avranno cadenza periodica. L’attività del Gruppo avrà una durata limitata al raggiungimento di obiettivi definiti. I cittadini di Anzio verranno tenuti informati attraverso periodici comunicati stampa.

“Abbiamo avuto una lunghissima riunione con l’Assessore all’Ambiente Placidi, il 7 settembre – ha spiegato il referente Sergio Franchi –  per avere un primo riscontro sulla proposta ed abbiamo ricevuto un consenso completo e convinto sia sull’idea di collaborare sia sulla modalità del gruppo di coordinamento che dovrà nascere nell’ambito dell’Assessorato di cui è titolare. Sarà cura dello stesso Assessorato di coinvolgere di volta in volta i responsabili di altri settori dell’Amministrazione Comunale di cui è richiesta la collaborazione al fine di migliorare il servizio. L’iniziativa è stata immediatamente recepita da Legambiente di Anzio-Nettuno che – prosegue Franchi – in occasione del direttivo del 7 settembre, ha decretato la partecipazione diretta a CLEAN con un proprio rappresentante. Il Comitato per Lavinio sta cercando di coinvolgere un numero limitato di rappresentanti di altre associazioni che operano sul territorio di Anzio e che abbiano interesse a dare il proprio contributo a questo tentativo di migliorare la drammatica situazione dei rifiuti nel Comune di Anzio, sottolineando che si tratta di un’attività di mera collaborazione costruttiva e che non saranno tollerate strumentalizzazioni politiche. Verrà creato un sito allo scopo di permettere ai cittadini di Anzio di interagire con il gruppo e di essere informati sull’evoluzione del lavoro comune. Invito tutti i rappresentanti di associazioni locali che si occupano del problema dei rifiuti – conclude Franchi – a contattarmi (sergiofranchi@hotmil.com) per definire una loro eventuale partecipazione al gruppo di coordinamento. I cittadini che vogliono esprimere opinioni e suggerimenti per migliorare il servizio possono farlo utilizzando, per ora,  lo stesso indirizzo di posta elettronica. Ritengo inutile attualmente che vengano inviate foto di rifiuti e descrizioni di situazioni specifiche. E’ solo un primo passo che facciamo con entusiasmo ma non senza il pessimismo che nasce da contatti con un’ istituzione composta da gente che, negli anni, ha tanto promesso e poco ha mantenuto”.