Home Cronaca Anzio – Documenti sbagliati: è stallo in Consiglio

Anzio – Documenti sbagliati: è stallo in Consiglio

837

Dopo una mattinata passata a discutere di una serie di documenti di bilancio in cui qua e là spuntava fuori una cifra sbagliata o non corrispondente che ha fatto alzare la voce a più di qualche consigliere di opposizione è stato alle 15,30 circa che il Consiglio Comunale di Anzio si è completamente arenato sulla discussione del Piano Triennale delle Opere Pubbliche. Il gelo è sceso sull’assise quando il consigliere Maria Teresa Lo Fazio ha iniziato a discutere delle spese ed i progetti per l’annualità 2015 scoprendo che i 9 milioni di euro citati sulla sua documentazione per un solo anno erano, invece, destinati alle tre annualità, mentre non si aveva notizia dei 12 milioni per il 2016 e altri 10 per il 2017. Anche le opere in programma non avevano alcuna corrispondenza con i documenti della Giunta e degli Assessori. Comprensibile la rabbia del consigliere Lo Fazio che ha alzato la voce dopo aver scoperto di aver studiato invano e a lungo le carte sbagliate.

Nonostante l’evidenza di un problema tecnico la maggioranza, dopo una fase di stallo e una discussione in cui anche il consigliere Candido De Angelis ha più e più volte sottolineato le incongruenze nella documentazione, sembra assolutamente intenzionata ad approvare un piano su cui i consiglieri non possono dire nulla, non avendo mai visto le carte che infine dovrebbero essere approvate.

Un libro dei sogni aveva definito il piano triennale delle opere pubbliche “tarocco” il consigliere Lo Fazio, ma in realtà almeno stando alle prime dichiarazioni si tratta di progetti decisamente su scala ridotta, mentre ad essere un incubo è un dibattito su argomenti che nessuno ha avuto modo di conoscere e valutare e che sembra davvero impossibile poter votare.