Home Cronaca Il Sindaco Coppola: “Massimo interesse per la Padiglione-Acciarella”

Il Sindaco Coppola: “Massimo interesse per la Padiglione-Acciarella”

265
In merito agli articoli di stampa apparsi nelle scorse ore e al servizio andato in onda su Canale 5, l’amministrazione comunale di Nettuno guidata dal Sindaco Alessandro Coppola tiene a precisare e ribadire l’interesse verso una situazione, quella della strada provinciale 23/b Padiglione-Acciarella, da tempo sotto osservazione. La strada, chiusa dal 19 settembre del 2019 con un’ordinanza della Città Metropolitana di Roma, è stata al centro di una serie di corrispondenze: l’ultima lo scorso 7 dicembre, quando il Sindaco Coppola ha nuovamente sollecitato la Città Metropolitana di Roma Capitale “ad attuare tutte le iniziative di competenza finalizzate ad una celere risoluzione della criticità”. Non è un caso che lo scorso 16 dicembre il Dipartimento Mobilità e Viabilità di Città Metropolitana di Roma abbia finalmente approvato il progetto esecutivo per i lavori di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza della pavimentazione stradale fortemente sconnessa per radici affioranti, potatura e abbattimenti di alberature, bonifica ambientale e ripristino delle pertinenze e dei presidi idraulici dal km 0+000 al km 2+500 (dall’incrocio con via dell’Armellino fino a quello con via dell’Alberone) della SP 23b, con un capitolato di spesa di 580 000 euro. “L’amministrazione comunale – chiarisce il Sindaco Coppola – segue con attenzione le vicende relative alla situazione della Padiglione-Acciarella. La corrispondenza verso il Dipartimento Mobilità e Viabilità di Roma Capitale inizia appena un mese dopo la chiusura della strada, a ottobre 2019, e da allora siamo sempre stati costantemente in contatto, tra gli altri,  con il Comitato di Quartiere di Padiglione, con le forze dell’ordine e con l’amministrazione comunale di Anzio”. Discorso a parte merita la questione delle discariche a cielo aperto sparse lungo quella che viene considerata una delle principali arterie di collegamento della zona. “Purtroppo – conclude il Sindaco – non è possibile procedere a bonifiche giornaliere perché la spesa sarebbe insostenibile per le casse comunali. Il malcostume è diffuso, basti pensare che persino durante un sopralluogo fatto di concerto con le forze dell’ordine un camion ha fatto capolino in zona per scaricare rifiuti di ogni genere, e chiaramente è stato fermato dai militari presenti. In tema di abbandono di rifiuti sul territorio comunale, di concerto con la Procura della Repubblica di Velletri, abbiamo convocato per il prossimo 3 febbraio un incontro al quale prenderanno parte il Procuratore Capo Giancarlo Amato ed il Sostituto Procuratore Giuseppe Travaglini, per parlare di contrasto e prevenzione di discariche abusive, utilizzo dei sistemi di videosorveglianza e metodologie di accertamento e sanzione degli illeciti. Non stiamo a guardare, l’amministrazione è vigile e pronta a trovare ogni genere di soluzione per il bene della comunità di Nettuno”.