Home Cronaca “Emiliano Ramaglioni attende giustizia”, l’appello della sorella Michela

“Emiliano Ramaglioni attende giustizia”, l’appello della sorella Michela

"Emiliano Ramaglioni attende giustizia", così recitano gli striscioni affissi ad Anzio per sollecitare la magistratura a fare chiarezza sulla vicenda

505

“Emiliano Ramaglioni attende giustizia”, così recitano gli striscioni affissi ad Anzio per sollecitare la magistratura a fare chiarezza sulla vicenda del ragazzo che, il 27 aprile dell’anno scorso, in piena emergenza Covid, ha perso la vita agli Ospedali Riuniti.
“Da 10 mesi attendiamo risposte, ma tardano ad arrivare. Noi vogliamo la verità, non chiediamo altro; vogliamo sapere come e perché Emiliano Ramaglioni, un ragazzo poco più che trentenne, sia morto; vogliamo sapere di chi è la colpa del fatto che non abbia ricevuto la dovuta assistenza e sia stato lasciato morire, ricoverato in un reparto covid pur non avendone i sintomi. Continueremo ad batterci ad ogni costo, affinché sia fatta giustizia”. A chiedere giustizia la sorella di Emiliano Michela Ramaglioni.