Home Cronaca Famiglie sgomberate ad Anzio, il Tg di Mediaset da voce ai residenti

Famiglie sgomberate ad Anzio, il Tg di Mediaset da voce ai residenti

E' arrivata ad Anzio la giornalista del Tg di Mediaset Francesca Benvenuti, per ascoltare e raccontare le testimonianze di alcuni dei cittadini di Corso Italia,

2415

E’ arrivata ad Anzio la giornalista del Tg di Mediaset Francesca Benvenuti, per ascoltare e raccontare le testimonianze di alcuni dei cittadini di Corso Italia, che hanno ricevuto il provvedimento di sgombero dal Tribunale di Roma. Una situazione sociale esplosiva quella che si vive nel palazzo sotto sequestro, in cui sono circa 70 le famiglie sgomberate (hanno tempo fino a fine mese per lasciare le case in cui vivono anche da dieci anni e per le quali, nel 60% dei casi, hanno dei contratti) e sono almeno 350 le persone che rischiano di finire in mezzo ad una strada senza alcuna soluzione. Si tratta anche di persone che hanno un lavoro, busta paga, ma redditi comunque bassi con l’impossibilità di versare caparra, acconto, di farsi accettare.
A raccontare la sua storia Ghada, tre figlie e un quarto in arrivo, suo marito fa il pescatore ad Anzio, lavora e guadagna 1300 euro, nessuno vuole fargli un contratto. “In casa siamo in cinque spiega – sono venuti con un foglio del Tribunale dicendo che dovevo andare via di casa subito, ma come si fa, con tre figlie e io che sono incinta, non è un modo di fare. Noi vogliamo restare qui, regolarizzare il contratto e pagare”. Due famiglie sono state già buttate fuori su due piedi, un nucleo familiare di tre persone ed un’altro di cinque, da giorni dormono in auto.
“Sono andati a casa di un uomo di 80 anni, con gli acciacchi e la pensione sociale, gli hanno detto che entro la fine del prossimo mese deve andare via, dove pensate che possa andare? – racconta un residente – quello che noi chiediamo è che qualcuno venga qui e ci offra ‘opportunità di restare in regola, o che almeno ci dia il tempo di organizzarci, adesso con il covid, cosa si può fare? le persone sono diffidenti, hanno paura ad affittare, c’è anche chi lavora ma senza contrato, senza garanzie, non si possono buttare queste persone, che cercano di darsi da fare tutti i giorni, come se fossero cartacce”. “Non so come si fa a dormire la notte – spiega un ragazzo di 27 anni, anche lui sfrattato con la famiglia – sapendo che tra pochi giorni ci stanno 70 famiglie, oltre 300 persone, per strada e senza alcuna soluzione”. Il servizio sulla situazione delle palazzine di Corso Italia questa sera sui Tg Mediaset e domani sul Tg di Youngtv All music.