Home Cronaca Aprilia – Gli studenti: “Giustizia per Sandeep e Amandeep”

Aprilia – Gli studenti: “Giustizia per Sandeep e Amandeep”

508

“Non siamo carne da macello, non siamo disposti ad accettare altri morti non vogliamo continuare a vivere con questa incertezza”. Così gli studenti dell’Istituto “Carlo e Nello Rosselli” di Aprilia intervengono dopo la tragedia che ha interessato due loro compagni di scuola, due fratelli indiani (il terzo fratello è rimasto seriamente ferito), investiti e uccisi mentre si trovavano sulla Nettunense ad una fermata del pullman per andare a scuola. Un incidente che ha sconvolto l’intera comunità apriliana, che ieri ah portato il Sindaco ad esprimere la sua solidarietà alla famiglia dei ragazzi e che ha aperto una serie di riflessioni soprattutto sulla sicurezza delle strade del territorio.

“Non è possibile uscire di casa per recarsi a scuola ed essere falciati, ed essere distrutti, ed essere annientati – scrivono gli studenti – nessuno parli di fatalità, nessuno dica che non si poteva prevedere. È qualcosa che è accaduto e può ancora accadere. Le fermate dell’autobus sul ciglio della strada e senza nessuna protezione sono qualcosa che grida vendetta al cielo. Recarsi a scuola dovendo essere costretti a camminare sul ciglio della strada, è qualcosa di disumano. Forse siamo noi a sbagliare, forse non è vero che queste strade sono piene di automobili e basta una distrazione perché un giorno qualunque diventi un giorno di dolore. Noi studenti del Rosselli – conclucono – urliamo a tutti gli adulti di Aprilia: Lo sapete, lo sapete, lo sapete. Fate qualcosa prima di dover rivivere giorni simili. Giustizia per Sandeep Sidhu e Amandeep Sidhu”.