Home Attualità Il grande cuore dello Stefano 7 per l’ospedale Riuniti

Il grande cuore dello Stefano 7 per l’ospedale Riuniti

Donati all'ospedale di Anzio un impedenzometro, due elettrocardiografi e delle poltrone alternative all’uso della barella.

840
SAMSUNG CSC

Obiettivo raggiunto anche quest’anno per lo Stefano 7 Baseball meeting che ha donato all’ospedale di Anzio un impedenzometro, due elettrocardiografi e delle poltrone alternative all’uso della barella.

Prima della premiazione di tutte le squadre che hanno partecipato al torneo, si sono esibite sul campo le majorette “First Step Nettuno-Anzio”. La cerimonia di premiazione è stata condotta da Andrea Baratta, Speaker della nazionale italiana di Volley; il quale ha esordito col ringraziare tutto il comitato Stefano7 per la realizzazione dell’evento. Sono intervenuti durante la manifestazione la Dottoressa Rita Dal Piaz la quale ha espresso tutta la sua solidarietà: “Ringrazio a nome di tutto lo staff e del primario dell’ospedale Riuniti di Anzio tutto il comitato Stefano7 per il loro impegno nel sociale e per i macchinari che ci hanno donato.”

A seguire ha preso la parola Luigi Cerchio Consigliere Federale FIBS: “Ringrazio anche da parte del presidente Maura Garofalo e tutto lo staff dello Stefano7 per l’impegno profuso nella realizzazione di questo evento; quando la solidarietà e lo sport si uniscono siamo tutti vincitori.” Infine, per il comune di Anzio ha preso la parola in rappresentanza del sindaco Luciano Bruschini, l’assessore all’urbanistica Sebastiano Attoni: “Porto i saluti di Anzio, ringrazio il tutto il comitato Stefano7 per l’impegno messo nella realizzazione di questo evento in ricordo di Stefano, amico sincero e per il grandissimo obiettivo che sono riusciti a centrare quest’oggi.” Sono state consegnate poi alcune targhe: a Stefania Langellotti “moglie di un campione”, Alessandro Paletti del Comitato Tre Cancelli “per la vicinanza fin da subito alla realizzazione di questo evento”, ad Andrea di Fraia del primo Istituto Comprensivo Anzio “che ha ospitato le squadre”, Angelo Scagnetti “pioniere del Baseball, presidente, dirigente e artefice dello stadio Reatini” ed infine la famiglia di Rossano Penza “persona semplice e disponibile”. Successivamente sono state premiate tutte le squadre che hanno partecipato al torneo con una medaglia e una coppa come ringraziamento per l’impegno profuso durante tutto il torneo.

Infine ha preso la parola il presidente del Comitato Stefano7, Maura Garofalo che ha ringraziato tutti e ha confermato che l’obiettivo di quest’anno è stato raggiunto; per ultimo ha preso la parola Umberto Pineschi, padre di Stefano visibilmente commosso: “Ringrazio tutti per i sacrifici di questi giorni, in special modo le squadre che sono venute da fuori che hanno reso questo giorno ancora più speciale.” La giornata si è conclusa con i festeggiamenti di tutti i componenti delle squadre partecipanti, dello staff, dei genitori e di tutti quelli che sono accorsi per rendere questo giorno, in ricordo di Stefano ancora più speciale.