Home Attualità Anzio e Nettuno – Recapitate centinaia di bollette scadute da settimane, battaglia...

Anzio e Nettuno – Recapitate centinaia di bollette scadute da settimane, battaglia persa con le Poste

698
L'ingresso delle Poste centrali di Nettuno
L’ingresso delle Poste centrali di Nettuno

Nonostante le pressioni dell’amministrazione comunale di Nettuno, le richieste di incontri con i vertici di Poste italiane, le proteste costanti dei cittadini e gli infiniti reclami agli uffici locali e a quelli centrali della capitale non c’è il minimo segno di miglioramento nel servizio di consegna della posta. In questi giorni sono state recapitate centinaia di bollette scadute da settimane che sono l’emblema di un disservizio diventato istituzionale. “Sono due mesi che non ricevo bollette – ci racconta un residente del quartiere Santa Barbara a Nettuno – ho ricevuto due solleciti di pagamento da Acqualatina e uno dal gestore del servizio elettrico perché non avevo ricevuto le fatture. Ho dovuto prendere un giorno di ferie per chiamare Acqualatina ed evitare la riduzione del servizio, pagare tutte insieme delle somme considerevoli. L’Enel mi ha dato al telefono il numero della bolletta da pagare alla ricevitoria, per cui ho pagato due euro di commissione, e mi hanno fatto registrare al sito per ricevere la bolletta on line ed evitare ulteriori disguidi. La situazione è assurda. Ho anche disdetto l’abbonamento ad un settimanale che ormai arrivava anche con tre settimane di ritardo. Questo non è neanche più un disservizio ma un servizio negato. Ho protestato presso l’ufficio di Nettuno e scritto a quello di Roma ma non sono certo neanche che arrivi la lettera inviata a loro”. Questa è solo una delle decine si segnalazioni giunte in redazione sui disservizi della Posta e le cose non vanno meglio neanche con i privati. “L’altro giorno ho trovato due raccomandate poggiate su un muretto – racconta una donna – erano in prossimità di un palazzo e ho cercato di vedere se c’erano i nomi corrispondenti nelle cassette delle lettere. Non li ho trovati ed ho inserito le buste in una cassetta della Posta, ma mi sembra assurdo che delle raccomandate possano essere abbandonate per strada”. Anche ad Anzio sono state recapitate in questi giorni bollette scadute il 24 dicembre. La battaglia per un servizi postale efficiente sembra decisamente persa.