Home Attualità Il Brigitte Bardot approda ad Anzio per la sua mission ambientalista

Il Brigitte Bardot approda ad Anzio per la sua mission ambientalista

Il trimarano dell'organizzazione ambientalista Sea Shepherd Brigitte Bardot è attraccato al Porto di Anzio, lasciando a bocca aperta molti avventori

8214

Il trimarano dell’organizzazione ambientalista Sea Shepherd Brigitte Bardot è attraccato al Porto di Anzio, lasciando a bocca aperta molti avventori e si tratterrà per tre settimane a disposizione della città. Ad accogliere l’imbarcazione e il suo equipaggio sul Molo il personale della Capitaneria di Porto, tra cui il comandante Alessandro Cingolani e il personale della Capo d’Anzio spa. Nei prossimi giorni il pubblico potrà salire gratuitamente a bordo, incontrare l’equipaggio internazionale e il comandante italianissimo, e ricevere tutte le informazioni direttamente all’Info Point di Sea Shepherd adiacente all’imbarcazione.

La Brigitte Bardot, trimarano monoscafo lungo 35 metri e largo 14 metri, è la nave che nel 1998 ha stabilito il primato mondiale nel giro del mondo con carburante eco diesel e può raggiungere velocità molto elevate. È entrata a far parte della flotta di Sea Shepherd nel 2010 con il nome di “Gojira” e livrea di colore nero e da quel momento non ha mai smesso di collezionare successi nelle moltissime campagne  ambientaliste che l’hanno vista protagonista. Poco dopo è stata ribattezzata “Brigitte Bardot” e ridipinta in onore dell’omonima attrice e attivista che sostiene l’Organizzazione dalla sua nascita nel 1977. Oggi la livrea della nave è grigia per motivi strategici.

Il trimarano ha partecipato a tre campagne antartiche (Operazione No Compromise: 863 balene salvate e Operazione Divine Wind: 768 balene salvate e Operazione Zero Tolerance: 932 balene salvate), nel 2010 e nel 2011 ha pattugliato le acque delle Isole Faroe per proteggere i globicefali dal massacro conosciuto come Grind, nel 2012 è stata impegnata nel Pacifico del Sud, dove si è opposta alla mafia dello shark-finning (la pratica illegale di tagliare le pinne degli squali vivi) con Operazione Requiem, nelle acque del Guatemala (2013), su invito dello stesso governo per aiutarlo a combattere i bracconieri che minacciano le popolazioni di istioforidi a scopi commerciali e in molte altre zone del mondo a rischio bracconaggio, come Capo Verde, al largo delle coste del Senegal. Il 10 Ottobre 2014 ha raggiunto la città di Siracusa per unirsi a Operazione Siracusa, la prima Campagna di Sea Shepherd Global in Italia per la protezione dell’Area Marina Protetta del Plemmirio, in collaborazione con le autorità locali e l’Area Marina Protetta. La nave era appena rientrata da Operazione GrindStop 2014 nelle Isole Faroe, la più grande campagna di Sea Shepherd fino ad oggi contro il barbarico massacro di globicefali, che ha visto circa 500 volontari in pattugliamento sul territorio e nelle acque delle Isole Faroe durante tutta l’estate. Nell’estate 2015 il trimarano è stato nuovamente impegnato nelle acque delle Isole Faroe durante Operazione Sleppid Grindini. La Brigitte Bardot è appena rientrata dalla campagna Operazione Cap Roux che si è svolta in acque francesi a protezione dell’omonima riserva marina. Ora è ad Anzio per illustrare il suo lavoro e verificare i fondali marini che saranno ripuliti a partire dagli pneumatici.