Home Attualità Nettuno – Scuola media a Tre Cancelli, l’impegno della Dirigente Palumbo

Nettuno – Scuola media a Tre Cancelli, l’impegno della Dirigente Palumbo

3045
Marina Palumbo

Proseguono gli incontri tra alcuni Dirigenti Scolastici del primo ciclo del territorio  di Nettuno per l’istituzione di una nuova scuola Media a Tre Cancelli.

Lo scorso ottobre i Dirigenti erano stati convocati presso un tavolo organizzativo al Comune di Nettuno, dove, alla presenza dell’ex alle politiche della scuola Dirigente Faraone, si era discusso di ipotesi di dimensionamento per il successivo anno scolastico. I Dirigenti, Marina Palumbo e Margherita Diana, ipotizzavano, piuttosto che la riduzione da cinque a quattro istituti comprensivi, ipotesi peraltro non condivisa dalle sigle sindacali in quanto comporterebbe la perdita di almeno un posto di Direttore amministrativo e un posto di Dirigente Scolastico, l’istituzione di un quinto Istituto Comprensivo.

Come è noto sul territorio gli istituti comprensivi sono quattro e sono composti da Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria e scuola secondaria di I grado. Il Quinto istituto è ancora Circolo Didattico e, sebbene sia quello che accoglie il maggior numero di alunni (circa 1200) non dispone di Scuola Media. Il Circolo Didattico, infatti, comprende i plessi delle campagne di Cadolino, Piscina Cardillo e Tre Cancelli (450 iscritti) ed è proprio lì, nelle campagne a Tre Cancelli, che le Dirigenti ipotizzano di istituire un corso di Scuola Media per i ragazzi delle periferie, le cui famiglie, a conclusione della scuola primaria, optano in genere per istituti di Nettuno ma anche di Aprilia. La Dirigente Marina Palumbo sottolinea che “E’ platea che appartiene al territorio di Nettuno e, molto spesso, si disperde altrove. I territori di Piscina, Cadolino e Tre Cancelli registrano una crescita demografica esponenziale da un anno all’altro, basti pensare che solo per quest’anno abbiamo dovuto istituire una ulteriore sezione di Scuola dell’Infanzia per consentire a tutti i bambini l’accesso alla formazione. Don Milani avrebbe detto “La scuola ha un problema solo. I ragazzi che perde”. E’ nostra intenzione non perdere nessun alunno di Nettuno per dirottarlo verso istituti di altri territori, anzi, stiamo lavorando per il miglioramento e il potenziamento delle attività dei plessi periferici. Lo scorso anno abbiamo vinto un bando FESR per la digitalizzazione e la costruzione di ambienti di apprendimento alternativi  (circa 22.000,00 euro) che sono stati tutti investiti per dotare i plessi di campagna di laboratori mobili (lim e notebook). Con parte degli stessi fondi europei,  e grazie alla competenza del Direttore amministrativo Roberto Savino, che si è dedicato interamente alla cosa, nelle vacanze natalizie abbiamo provveduto a cablare i plessi per garantire il collegamento internet. Non ci fermeremo qui, abbiamo già incontrato il Sindaco, che sembra ben disposto all’idea di istituzione di una nuova Scuola Media, e sentito alcune sigle sindacali. L’istituzione di una nuova scuola non andrebbe a ledere i prof che da anni già svolgono servizio in altri istituti ma creerebbe nuovi posti di lavoro. L’unico ostacolo , emerso nell’incontro al Comune nel mese di ottobre scorso, era rappresentato dalla difficoltà di reperire fondi per ricavare un edificio che accogliesse la nuova scuola, tuttavia, provvisoriamente potrebbero essere adibiti all’uso alcuni locali situati all’interno del plesso Tre Cancelli, inoltre, contiamo sull’aiuto del Comitato Uniti per Tre Cancelli che in più circostanze ha dimostrato particolare sensibilità alle iniziative della scuola e alla formazione degli alunni e che collabora fattivamente con il Circolo Didattico”.