Home Attualità Nettuno – Il Sindaco di Amatrice commuove i residenti Tre Cancelli

Nettuno – Il Sindaco di Amatrice commuove i residenti Tre Cancelli

10784

IMG_1164Dopo ore di impegno frenetico, con i volontari del Comitato Uniti per Tre Cancelli impegnati nella cottura di tonnellate di pasta, sugo, guanciale e cipolla (la pasta è stata fatta a regola d’arte con la cottura separata del guanciale croccante), dopo aver servito circa 1600 pasti, dopo aver riso, gioito, brindato con del vino bianco e rosso, la serata benefica in favore dei terremotati, ha raggiunto il culmine con la telefonata in diretta al Sindaco di Amatrice, a cui è stato annunciato l’invio dei fondi raccolti.

IMG_1205 Ospite d’eccezione del Comitato locale e del consigliere Claudio Dell’Uomo, il sindaco di Nettuno Angelo Casto, presente all’iniziativa con la moglie. Dopo aver fatto il giro della fiera, aver salutato uno ad uno i volontari ed essersi intrattenuto a salutare i cittadini, Casto è salito sul palco per ringraziare tutti i cittadini dell’impegno profuso in questa iniziativa. “Vi ringrazio tutti – ha detto – a partire dal consigliere Dell’Uomo, per questa splendida iniziativa che dimostra che Nettuno è una città viva ed ha un forte senso di appartenenza alla nazione e di vicinanza a chi si trova in difficoltà. L0 stesso impegno che è stato messo stasera in questa iniziativa va mantenuto per dare nuovo lustro alla nostra città”. Poi è stata la volta del Sindaco di Amatrice. “Nettuno di è vicina e abbraccia tutti voi con questa iniziativa – ha detto il Sindaco Angelo Casto – non vi arrendete”. “Nella mia vita – ha replicato commosso il Primo cittadino di Amatrice – non avrei mai pensato di dover affrontare una situazione simile.

IMG_1178Siamo sconvolti da quello che è accaduto, dalle vittime che abbiamo dovuto contare, tra cui alcune proprio di Nettuno, che è una bellissima cittadina che conosco e in cui sono stato in vacanza. Per noi è un giorno di dolore, dobbiamo superarlo, sentire che ci siete così vicini ci dà forza e ci spinge a lottare per andare avanti, nonostante l’orrore e i morti”. Quindi, a prendere la parola, in chiusura, Massimiliano Rognoni. “Siamo una banda di matti – ha detto – che continuerà sempre a darsi da fare e impegnarsi per dare una mano a chi ha bisogno. Grazie a chi si è fatto in quattro in cucina, grazie agli sponsor che sono nostri amici e non i lasciano masi soli davanti ad un’impresa che vale la pena, grazie a tutti coloro che hanno partecipato facendo di questa serata un successo e un contento di grande partecipazione, per ricordarci che siamo tutti uniti”.