Home Attualità Anzio e Nettuno- Analisi al Rivazzura e al Gabbiano: Il mare è...

Anzio e Nettuno- Analisi al Rivazzura e al Gabbiano: Il mare è balneabile

959

Alcuni gestori degli stabilimenti balneari di Anzio e Nettuno, per porre fine alle polemiche e alle voci sulla balneabilità delle acque, hanno deciso di rivolgersi a dei laboratori di analisi privati per certificare ai propri clienti la reale situazione. Lo hanno fatto in particolare i titolari del Rivazzurra ad Anzio e del Gabbiano a Nettuno. Entrambi si sono rivolti al Laboratorio di analisi Simo per rassicurare tutti e per salvare una stagione che, proprio grazie alle voci di un presunto inquinamento, non sta andando bene come avrebbe potuto. E le analisi sono decisamente buone. In entrambi gli stabilimenti i valori non solo sono nella norma, ma ben al di sotto dei limiti previsti per la presenza di microbatteri.  Il tam tam su possibili situazioni di inquinamento della costa era iniziato durante lo scorso mese. I prelievi dell’Arpa, sul litorale di Anzio, avevano subito rassicurato tutto. Nella zona che va dal Porto e fino a Torvajanica l’acqua è assolutamente balneabile ovunque. Alcune chiazze scure segnalate dai bagnanti, una volta analizzate, si sono rivelate delle alghe che proliferano nel mare quando il caldo è intenso. Nessun problema di sicurezza quindi. A Nettuno la situazione è buona nel suo complesso e solo a Cretarossa c’è un problema specifico, legato ad un malfunzionamento del depuratore, ma anche qui si sta lavorando per risolvere il problema. Quello che dispiace è che in alcuni casi gli operatori balneari abbiano subito un danno (con casi delle prenotazioni fino al 50%) senza un reale motivo di preoccupazione. Non si può infatti non considerare che una stagione non all’altezza delle aspettative incide pesantemente sia sull’occupazione stagionale che sull’indotto. I bagnanti ora possono stare tranquilli e fare il bagno in tutta sicurezza.