Home Attualità Spiagge libere senza servizi fino al 1 luglio, le Associazioni scalpitano

Spiagge libere senza servizi fino al 1 luglio, le Associazioni scalpitano

807
Il litorale di Nettuno

Lavorare per la valorizzazione del turismo a Nettuno. Questo è il monito di tante associazioni che lavorano nel settore e i risultati si vedono. Tra queste una nota di merito va’ all’associazione Dejavù, al lavoro per la gestione delle spiagge libere, che ha ottenuto oggi un risultato importate: sono state raggiunte le 40 mila visite sulla pagina dell’associazione sulla piattaforma mybusiness. Oltre 10 mila interazioni, chiara dimostrazione dell’interesse dei cittadini e dei fruitori dei servizi: i turisti.
Quello dell’associazione Dejavù è un lavoro che prosegue, sul territorio di Nettuno, dal 2016 e, oggi, a meno di un mese dall’inizio della stagione balneare arriva la soddisfazione di essere seguiti e apprezzati per il lavoro svolto negli anni.
Ad oggi, però, lavorare è diventato difficile. Il Comune di Nettuno ha ritirato le concessioni stagionali per la gestione delle spiagge libere, di conseguenza la cura delle passerelle, dei bagni, dei servizi essenziali, ma soprattutto della sicurezza e della pulizia del tratto di litorale è venuta meno creando qualche disservizio. Dall’Ente è arrivata nei giorni scorsi la delibera per affidare dal primo luglio le spiagge, ma per gli iscritti all’associazione sembra un tempo lunghissimo.