Home Attualità Anna Silvia Angelini porta i regali ai bambini in casa rifugio: “Non...

Anna Silvia Angelini porta i regali ai bambini in casa rifugio: “Non siete soli”

521

Come ogni anno, l’Associazione indipendente donne europee – Nettuno (Aide), ha realizzato il sogno dei bambini della casa rifugio diretta da Suor Giulia, portando loro dei doni. La casa rifugio è una struttura di accoglienza a indirizzo segreto che offre alle donne vittime di violenza e ai loro bambini un alloggio protetto e un percorso di accompagnamento di uscita dalla violenza.
Insieme alla presidente dell’Associazione Anna Silvia Angelini, il segretario Filippo Tettoia e il presidente Donato Gallina della Sezione Unione nazionale sottufficiali italiani (Unsi) che hanno espresso il desiderio consegnare una donazione insieme a dei regali per tutti i bambini ospiti nella casa.
“La solidarietà – dichiara Anna Silvia Angelini – è un gesto di grande valore e sentimento, che dovrebbe essere presente nella nostra vita e nella nostra società. La nostra associazione, da 8 anni sul territorio di Nettuno con un centro d’ascolto antiviolenza ‘Uscita di Sicurezza’, è sempre stata vicina alla casa rifugio diretta da Suor Giulia, che dedica la sua vita a proteggere le donne vittime di violenza insieme ai loro bambini, e dare un sorriso a questi bambini è un gesto di grande amore”.
“Io e Suor Giulia – continua – ringraziamo l’associazione Unsi di Anzio e Nettuno per la donazione e i doni alla casa rifugio, un grande gesto di solidarietà”.
“La neonata Sezione Unsi Anzio/Nettuno – dichiara il presidente avvocato Donato Gallina – nata da due mesi, ha voluto subito operare sul territorio e sposare l’idea di voler portare un contributo alla casa protetta del territorio e la donazione di giocattoli e materiale didattico per i bambini. Noi ex Sottufficiali delle Forze Armate e delle Forze dell’Ordine, che hanno servito la società, anche adesso in quiescenza abbiamo voluto metterci subito al servizio della comunità anziate e nettunese. Come primo Service abbiamo voluto portare un gesto significativo alla comunità a volte dimenticata, che sono le donne vittime di violenza”.
“Questo – continua – è il primo service di una lunga serie, perché le donne capiscano che non sono sole. Abbiamo voluto portare anche un momento di gioia e di sorrisi ai bambini che vivono con le loro mamme, che abbiano anche loro un Natale felice. Ringraziamo la presidente dell’Aide Anna Silvia Angelini per il suo apporto per lo svolgimento del service e ringraziamo Suor Giulia per averci ospitato e per tutto quello che sta facendo ogni giorno e che anche lei sappia che ha noi al suo fianco. Cogliamo l’occasione di rivolgere a tutta la Comunità un sereno Natale e un felice anno nuovo e un arrivederci a presto”.