Home Attualità Europassione: Siglato gemellaggio tra le Associazioni di Nettuno e Ciconicco

Europassione: Siglato gemellaggio tra le Associazioni di Nettuno e Ciconicco

89

Consolidare le tradizioni per rafforzare il futuro. Questo è il proposito che fa da base all’accordo di gemellaggio siglato tra l’Associazione ‘Ente Nettunese Sacre Rappresentazioni ed Eventi’ di Nettuno e l’Associazione ‘Un Grup di Amis’ di Ciconicco.
L’abbraccio simbolico è stato ufficializzato lo scorso 17 settembre da Alessandro Coppola, sindaco di Nettuno e dal primo cittadino di Fagagna (UD), Daniele Chiaversio; presenti alla cerimonia anche i Consiglieri del Friuli Venezia Giulia Mauro Di Bert e Massimo Moretuzzo e il Presidente Nazionale di Europassione per l’Italia Flavio Sialino.
Già attive all’interno dell’ormai noto sodalizio di Europassione per l’Italia – impegnato nel lungo percorso di Riconoscimento del Patrimonio Immateriale dell’Umanità UNESCO della ‘Rete delle Passioni di Cristo’ –, le due Associazioni ora instaurano un legame di collaborazione rivolto soprattutto ai giovani delle rispettive realtà.
“Riteniamo – fanno sapere dall’Associazione di Nettuno – che questo sia il percorso giusto per rafforzare i legami che ci legano da tanti anni”.
E il percorso prevede uno scambio culturale dinamico, utile a garantire l’associazionismo, l’aggregazione e la cooperazione al fine di innalzare ancor di più il prezioso patrimonio immateriale.
A dare i natali al gemellaggio è Ciconicco che ha ospitato una delegazione di Nettuno, facendosi anche palcoscenico della 43esima edizione della Rappresentazione della Passione di Cristo. Un’edizione speciale ‘fuori stagione’ messa in scena, in via del tutto eccezionale, venerdì 17 settembre 2021; un’edizione diventata subito simbolo di resilienza.
Del resto, l’Associazione di Ciconicco e il suo Presidente Andrea Schiffo non sono nuovi alla resistenza. Ad oggi, infatti, ‘Un Grup di Amis’ è l’unica associazione del circuito Europassione per l’Italia che è riuscita a portare avanti in tempi pandemici – e nel pieno rispetto delle norme di sicurezza – l’esecuzione della Sacra Rappresentazione in costume.
Ma non solo, questa 43esima edizione diventa anche ‘grande schermo’ dell’attuale, riuscendo a toccare tematiche urgenti come la difesa dell’ambiente e il rispetto per la donna; un fil rouge che si fa tema conduttore di tutto l’evento e fonte di inesauribili riflessioni.
E i risultati di questa nuova collaborazione non si faranno attendere. Le due realtà protagoniste, infatti, si dicono già pronte a tracciare una fitta agenda annuale di eventi in comune, anche itineranti.